Lugano 21 Jan. 2018 8 °C
Wind: 17.70 km/h
Humidity: 45% Pressure: 31493.43 mb
Sunrise: 7:58 am Sunset: 5:15 pm
Sun 11 °C 1 °C
Mon 7 °C 0 °C
Tue 12 °C 1 °C
Wed 11 °C 0 °C
Thu 7 °C 1 °C
Fri 7 °C 3 °C
Sat 10 °C 2 °C

Morcote

Vuelta, tappa a Mohoric: Froome resta in maglia rossa

Vuelta, tappa a Mohoric: Froome resta in maglia rossa Vuelta, tappa a Mohoric: Froome resta in maglia rossa
Prima delle sfide sulle montagne tra i big (fuori dalla generale l'Ag2r, dopo due giornate di crisi per Bardet), la Vuelta ha proposto una tappa mossa ma non impegnativa. Start da Lliria alle 12:15 per la carovana e dopo ben 207 chilometri, arrivo a Cuenca. Partenza nuvolosa in falsopiano, fino al primo Gpm, inizio al km 43 e scollinamento al km 51. In cima breve discesa e poi saliscendi fino all'imbocco al km 80 dell'Alto de Santa Cruz de Moya. A transitare per primo De Gendt, seguito dal plotone con oltre 6' di ritardo. In vetta, ancora un lungo falsopiano con sali e scendi per un centinaio di chilometri, fino al passaggio al traguardo volante di Cuenca al chilometro 191 di corsa. Ultimo strappo a 14 dal traguardo con l'Alto del Castillo, 2 chilometri con pendenze del 7.2%. Breve discesa e poi pianura fino all'arrivo.
Subito dopo la partenza diversi i tentativi di attacco, sono riusciti ad andare in fuga 14 atleti davanti al plotone guidato dal team Sky della maglia Roja, il cui ritmo a metà della cprsa ha frazionato in gruppo, poi ricompostosi. In fuga 14 uomini: De Marchi (BMC), Carapaz, Joaquin Rojas (Movistar), Pawel Poljanski (Bora-Hansgrohe), Alexis Gougeard (Ag2r), Floris De Tier (LottoNL-Jumbo), Matej Mohoric (UAE), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Arnaud Courteille (FDJ), Luis Angel Mate, Anthony Perez (Cofidis), Rafael Reis (Caja Rural) Aldemar Reyes e Jetse Bol (Manzana). Una caduta di gruppo costringe al ritiro Warbasse (Aqua Blue Sport) e  Kudus (Dimension Data). Al km 40 il gruppo si frammenta, e il vento da l'occasione di organizzare i ventagli, senza però raggiungere il fine. Ai meno 20 km iniziano a muovere gli indugi gli uomini nella fuga, ma ad avere la meglio è  Mohoric (UAE), campione del mondo Under 23 di Firenze 2013, cogliendo il primo successo importante tra i Pro'.