Lugano 21 Jan. 2018 8 °C
Wind: 17.70 km/h
Humidity: 45% Pressure: 31493.43 mb
Sunrise: 7:58 am Sunset: 5:15 pm
Sun 11 °C 1 °C
Mon 7 °C 0 °C
Tue 12 °C 1 °C
Wed 11 °C 0 °C
Thu 7 °C 1 °C
Fri 7 °C 3 °C
Sat 10 °C 2 °C

Morcote

Il nostro professionista lucano, dopo aver firmato un contratto biennale con il team Bahrain-Merida nel mese di agosto, ha concluso con l'ottima sesta piazza "Il Lombardia", l'ultima competizione prevista nel calendario UCI 2018. Questa è stata anche l’ultima competizione con indosso i colori della casa francese Ag2r La Mondiale, team a cui Domenico Pozzovivo è stato legato per quattro lunghi anni, ha avuto molte soddisfazioni con esso e del quale custodirà sempre un ricordo. In questi giorni, Domenico si appresta ad affrontare una vera e propria fase di transizione che terminerà a fine anno e durante la quale sarà ancora legato ai colori francesi: dal Bike Fitting di transizione, avvenuto con l’aiuto dell’esperto Alfonso, alla presa misure sartoriali per la nuova divisa, che scopriremo insieme a voi il prossimo anno. In questo particolare periodo, che è coinciso anche con il consueto tempo di riposo, Domenico si è divertito in sella al mezzo a due ruote off road per eccellenza: la sua Mountain Bike. Ha alternato appuntamenti in piscina, corsa su percorsi in salita e a scale, tipici della cittadina di Morcote, dove vive da qualche anno.

Tra una uscita in mtb e l’altra in quel di Lugano, Domenico si concentra anche sul suo futuro post professionistico: si è dedicato ai suoi esami universitari che gli consentiranno a breve di conseguire la seconda laurea in Scienze delle Attività motorie e Sportive; tale titolo gli permetterà di rivestire, terminata la carriera, le diverse figure professionali che aleggiano nel mondo del ciclismo e dello sport in generale, come quella del preparatore atletico, combinandosi alla sua lunga esperienza nel mondo del Professionismo.

Anche quest’anno si è dedicato a Convegni e Gran Fondo nelle quali prende spesso parte durante tutto l’anno come ospite fra gli amanti della bicicletta.

Nella giornata del 2 dicembre si è sottoposto alle visite mediche di routine con i suoi nuovi compagni, avvenute nella clinica ufficiale del team, l'istituto di riabilitazione IRR, nella città di Torino e fiore all’occhiello dell’intero territorio nazionale, come ha illustrato il servizio andato in onda sui TG della Rai. Nel viaggio di andata, in auto con alla guida Nibali, non è mancata l’allegria di Agnoli, che abbiamo già identificato come il giullare della corte bahrainita: Valerio ha allietato la compagnia con musiche del sud conosciute soltanto ai migranti di oltreoceano, a mo di benvenuto, e che ha fatto un giro dei social immediato innescando l’ironia dei tifosi: fra tutti l’originale gioco di parole Bahrain Meridion per la squadra con più professionisti del sud.

Niente albero di Natale da fare in famiglia il giorno dell'Immacolata: previsto infatti il primo ritiro in Croazia. L'obiettivo principale del ritiro, che termina il 19 ° dicembre, sarà di mettere i dettagli di finitura sul calendario sportivo 2018, nonché rafforzare lo spirito di squadra di fronte alle sfide della nuova stagione. "Non vediamo l'ora di trascorrere questi pochi giorni insieme. Ci sarà sicuramente un duro lavoro, ma anche abbastanza tempo per rafforzare i legami tra noi, per accogliere i nostri nuovi membri e anche per divertirsi e godersi questi ultimi giorni liberi prima dell'inizio della prossima stagione ", ha commentato Vladimir Miholjević, direttore sportivo e coordinatore di questo primo ritiro per Domenico.

Ad ospitare la neo squadra che, ricordiamo ha solo un anno di vita nel mondo World Tour, è stata l'isola di Hvar in Croazia. Durante i giorni non solo allenamenti: dal 13 al 16 dicembre, giornalisti e fotografi provenienti da tutto il mondo si uniranno alla squadra a Hvar e avranno l'opportunità di trascorrere del tempo con gli atleti, di realizzare interviste e persino andare in bicicletta fianco a fianco con loro. Una conferenza stampa ufficiale si terrà il 14 dicembre alle 14:30, in cui i rappresentanti della squadra parleranno di strategie e tattiche chiave per il 2018 e si conosceranno dunque i ruoli che ricoprirà il nostro Pozzovivo: vedremo se sarà presente allo start del Giro d'Italia e le competizioni alla quale prenderà parte. A novembre ha preso parte al convegno presso il mu sulla preparazione atletica in cui ha risposto a curiosità

Published in News 2017

Ancora una tappa importante quella numero 17 de La Vuelta. L’arrivo sulla salita de Los Machucos ha influenzato la generale con un percorso molto duro. I suoi 180,5 km possono essere analizzati tecnicamente in due parti: i primi 90 km mossi, in cui ha preso il via la fuga con Villella (Cannondale), Alaphilippe (Quick-Step Floors), Daniel Moreno Fernandez (Movistar), Stefan Denifl (Aqua Blue Sport), De Marchi (BMC) e Nielsen (ORICA-Scott). Successivamente la strada è iniziata a salire verso il Portillo de Lunada, gpm di 2 categoria con i suoi 8,3 km. A transitare per primo Davide Villella, che rafforza la sua leadership da scalatore. Dopo lo scollinamento i corridori hanno affrontato una lunga discesa sotto la pioggia e la scarsa visibilità ha causato scompiglio tra i fuggitivi. Qui Nibali ha allungato di alcuni metri, rientrando però nei ranghi. A seguire un tratto in pianura che si è concluso a 30 chilometri dal traguardo, quando si è entrati nel vivo della tappa. Ai meno 6 km uno spettacolare Contador ha provato il colpaccio allungando, ha recuperato tempo metro dopo metro mentre la strada s'impennava a vista d'occhio, riacciuffando tutti i fugitivi a meno di Denifl. Anche Nibali esce dal gruppetto della Roja cercando di recuperare secondi. A portare a casa la vittoria è stato Stefan Denifl (Aqua Blue) dietro di lui uno scatenato Contador a 28". Nibali, giunto assieme a Lopez, Zakarin e Majka a 1'05'', guadagna 42" su Froome. Fabio Aru (Astana) invece scende purtroppo in nona posizione.

 
Published in Vuelta 2017

di Valentina Conte
22 agosto 2017
#vuelta

Ci eravamo tutti abituati a vedere Pozzovivo in marrone ed azzurro, i colori francesi di casa Ag2r La Mondiale, ma dopo vari mormorii e chiacchiericci arriva, nero su bianco, la sua firma sul contratto pluriennale per la squadra bahrainita.

Diverse le proposte giunte, grazie all'esperienza accumulata negli anni di professionismo ed alla costanza nelle classifiche generali. La squadra, finanziata da un consorzio di imprese del Bahrain e dall'azienda taiwanese di biciclette Merida, è una new entry del mondo due ruote world-tour, ha debuttato con il più importante nome italiano degli ultimi anni: Vincenzo Nibali.

La scelta di Domenico è stata influenzata anche dalla presenza del Capitano di casa. Vincitore di tutti i grandi Giri del panorama ciclistico, Vincenzo Nibali ha gradito dal suo canto il nome di Domenico Pozzovivo, che avrà i suoi spazi nelle corse a lui più adatte, si aggiunge ai nomi italiani già presenti (Agnoli, Boaro, Bonifazio, Corbrelli, Gasparotto, Vincenzo e Antonio Nibali, Pellizzotti e Visconti). Così, dopo la simpatica diatriba sull'impiego del borsello porta-oggetti (link sotto per il video), siamo pronti alla visione di altre avventure per Nibali e Pozzovivo

Published in News 2017